LICATA RICCARDO

LICATA RICCARDO (Torino 1929, Venezia 2014)

Riccardo Licata nasce a Torino il 20 Dicembre 1929. Dopo una breve parentesi parigina, la sua famiglia si trasferisce a Roma, dove rimane fino al 1945. Dal 1946 Licata vive a Venezia. Ha studiato al Liceo Artistico e all’Accademia di Belle Arti di Venezia negli anni compresi tra il 1947 e il 1955. Nel 1957 ottiene una borsa di studio dal governo francese per sperimentare l’incisione a colori e le nuove tecniche a Parigi in collaborazione con Friedlaender, Hayter e Goetz. Nello stesso anno è chiamato come assistente di Gino Severini all’Ecole d’Art Italienne de Paris. Nel 1961 sposa Maria Battistella, cantante e ricercatrice di musiche rinascimentali, dalla quale avrà nell’anno successivo il figlio Giovanni. E’ nominato nel 1961, professore di mosaico all’Ecole Nationale de Paris dove ha insegnato fino al 1995. Gli incarichi prestigiosi si sussuegono, così nel 1969 è professore di arti plastiche alla U.E.R. di Sorbonne, quindi professore di Incisione all’Academie Goetz di Parigi e, dal 1972, ricopre il medesimo titolo alla Scuola Internazionale Grafica di Venezia e all’Ecole Americaine d’Architecture de Fontainbleu. Di volta in volta pittore, incisore, mosaicista, scultore, scenografo, inizia ad esporre Venezia e a Firenze del 1949 con il gruppo dei Giovani Pittori Astratti. La sua priuma esposizione personale si tiene a Venezia nel 1951, seguono oltre 300 personali in 35 diverse Nazioni. Dal 1952 ha esposto alle Biennali di Venezia, alla Biennale di San Paolo in Brasile, di Tokio, di Parigi, di Lubiana, di Alessandria d’Egitto e alle Quadriennali di Roma, alle Triennali di Milano, e nei più importanti Salons parigini.

Nel 1993 ha tenuto una mostra antologica presso il Museo d’Arte Moderna Ca’ Pesaro Venezia. Negli ultimi anni la sua attività, intensa come sempre, ha prodotto altre opere ed eventi di notevole rilevanza. Ha tenuto mostre nei seguenti spazi: Museo di Palazzo Ducale di Mantova (1998); Fondazione Teatro Nuovo di Torino (progettata da Sottsass); Castello di Ebenau Austria, Galleria Davidod Parigi e altri ancora. Inoltre l’I.N.A.C. (Istituto Nazionale Arte Contemporanea) ha presentato le sue opere all’Internazionale di Venezia (marzo 1999), all’Europ’RT DI Ginevra (aprile 1999), all’Art London (giugno 1999). La sua bibliografia è innumerevole. Nell’estate del 1999 ha prodotto un ciclo di opere sul tema “Re Artù”, presso la vetreria Berengo di Murano. Nel 2000 ha tenuto tre grandi mostre: Museo Nazionale d’Abruzzo, Castello Cinquecentesco de L’Aquila, Museo Nazionale di Villa Pisani Strà, Palazzo del Senato Milano. Apartire dal 1993 il critico d’arte Giovanni Granzotto, in collaborazione con Luciano caramel, ha organizzato un percorso di mostre per far conoscere al pubblico europeo il lavoro di Licata.

Licata è stato uno dei venticinque artisti scelti da un comitato scientifico internazionale presieduto dal Cardinale Paul Poupard e composto da Franceso Buranelli, Maurizio calvesi, Jean Clair, Sam Hunter, Dominique Ponnau, Peter Weiermair e Lorenzo Zichichi, per realizzare un’opera per la grande mostra su La Madonna nell’Arte Contemporanea svolatsi al Pantheon di Roma e nel Parlamento Europeo di Bruxelles, nel 2003, per i XXV anni di pontificato di S.S. Giovanni Paolo II. Ha esposto con Roberto Biasi a Bruxelles (Parlamento Europeo) e Berlino (Ambasciata Italiana).

Le sue opere sono presenti nei più importanti musei d’arte moderna e in innumerevoli collezioni private.

SENZA TITOLO

SENZA TITOLO

Codice LICATA TM023
Tecnica Acquarello su carta
Dimensioni Dimensioni 14x20 cm
Anno Anno 2001
Numerazione  
Note

Autentica dell'Artista su fotografia.

Opera proveniente da collezione privata.

Prezzo su richiesta.

 
Oltrearte Associazione Culturale
tel. 338.270.5193