GALLINO THEO (opere uniche)

Theo Gallino nasce a Poirino (TO) nel 1957, vive e lavora a Chieri (TO).

  Frequenta studi di grafico pubblicitario.

  Oltre alla pittura si dedica alla grafica, alla fotografia ed alla ceramica.

La ricerca di tecniche, di mezzi e di nuovi materiali per sperimentare idee e realizzare progetti definiti è la peculiarità dell'attività artistica di Theo Gallino.

La sua ricerca ha un filo conduttore sempre riconoscibile: il pluriball, che lungi dall'essere un elemento protettore, diventa il simbolo di una salvaguardia più intimamente privata e personale.

Il pluriball, quindi, non come mezzo ma come fine, per le sue capacità di avvolgere dolcemente, ma con modalità ferma, gli oggetti che gli vengono affidati, evoca un senso di protezione dagli urti del mondo esterno, ed il suo impiego nella poetica artistica indica una chiara analogia con quel mondo interiore che l’Artista intende preservare, donandocelo nella sua rappresentazione lirica ed evocativa.

Questo materiale plastico caratterizzato dalla presenza di una fitta e continua serie di minuscole bolle crea una sorta di reticolato, già di per sé artistico.

Le opere di Gallino sono in grado di apparentare passato e presente, mescolando figura ed astrazione, tecnologia e intensità poetica, per arrivare come d’incanto a conciliare il tutto.

Il pluriboll diventa dimensione costruttiva dell’opera, fondendosi con il tracciato pittorico, talvolta diventando contenitore e protezione, sperimentando un percorso artistico in cui poter trovare un nuovo e possibile rapporto tra artificio, poesia e natura.

Le opere di Gallino, fatte di materiali e di supporti dalle concettualità anche molto differenti, rispondono alla sua necessità di rivolgersi al mondo per poterne avere un'esperienza quanto più diretta possibile, e per recuperare un vasto numero di oggetti quotidiani tendenzialmente destinati ad una tragica scomparsa.

Da citare infine le opere del “Mimetismo” che rappresentano la sintesi di tutto il lavoro precedentemente svolto.

Il Mimetismo inteso come arte del nascondere all’osservazione visiva o a far sembrare qualcos’altro.

La mimesi militare diventa unione di colori vicini al mondo dell’astrazione e dell’informale che si uniscono al pluriboll creando una straordinaria forza visiva, con grande senso del ritmo e dell’equilibrio.

 

PLURICIELO

PLURICIELO

Codice PLURICIELO 2
Tecnica Tecnica Mista su tela
Dimensioni Dimensioni 33x33 cm
Anno Anno 1996
Numerazione Archivio N.740
Note Autentica dell'Artista su fotografia.
 
Oltrearte Associazione Culturale
tel. 338.270.5193